Torta al grano saraceno e crema di nocciola

Per la festa della donna ci siamo viziati con una buonissima torta: ottima per la colazione, sfiziosa a merenda ma è ideale anche per una piccola coccola serale!

INGREDIENTI :

- 3 cucchiai di Farina di grano saraceno / q.b  Farina tipo 0 di grano tenero La Ciara/ 1 uovo/ 3 cucchiai di zucchero /3 cucchiai di olio / 3 cucchiai di latte/1 fialetta di aroma a piacere/ 1/2 bustina di lievito/ q.b crema di nocciola spalmabile   

PROCEDIMENTO

Mescolare bene tra loro tutti gli ingredienti (eccetto la crema di nocciola) e aggiungere a mano mano la farina Ciara fintanto che si riesce ad impastare con le mani e creare una palla. Tenere da parte un po' di impasto per sbriciolarlo sopra mentre si stende il resto della pasta sulla teglia ben oliata oppure ricoperta da carta da forno. Spalmare sopra la crema di nocciola e infine sbriciolare l'impasto messo precedentemente da parte.  Preriscaldare il forno a 180° (ventilato) e cuocere per 25/30 minuti.

Focaccia di semola rimacinata di grano duro

Per un aperitivo gustoso o una merenda sana o al posto del pane abbiamo sperimentato la focaccia di semola di grano duro.

INGREDIENTI :

- 250 gr di Semola rimacinata di grano duro antico /  250 gr di Farina tipo 0 di grano tenero La Ciara/ 6 gr di lievito di birra fresco/ 280 gr di acqua /2 cucchiai di olio / 10 gr di sale/ rosmarino essiccato q.b/sale grosso q.b  

PROCEDIMENTO

1) Prendere una ciotola  mescolare le farine, l'acqua, il lievito, infine sale e olio. Impastare  fino ad ottenere un composto liscio e compatto.  Creare un palla, ricoprire la ciotola con la pellicola trasparente e lasciare lievitare per almeno 18 ore. 

2) Una volta lievitata , stendere con il mattarello la palla su un foglio di carta da forno. Spolverare il rosmarino e il sale grosso.

3) Preriscaldare il forno a 230° (ventilato) e cuocere per 10/15 minuti.

I "moretti" di semola di grano duro

La semola di grano duro può essere utilizzata per fare dei gustosi biscotti, li abbiamo chiamati i Moretti! 

INGREDIENTI  per 10 persone:

- 800 gr di Semola di grano duro antico      -  140 gr di burro 

- 60 gr di cacao amaro in polvere               - 1 bustina di vaniglina

- 250 gr di zucchero                                 -  2 uova di oca ( 4 di gallina)

- 2 bustine di lievito per dolci                                     

 PROCEDIMENTO

1) Sbattere le uova con lo zucchero, unire il burro , precedentemente sciolto in un pentolino, e la vaniglina . Successivamente aggiungere la semola e il lievito. Impastare tutto e creare un composto omogeno. Avvolgere la frolla con la pellicola trasparente e lasciarla riposare per 2 ore in frigo.

2) Tirare fuori la frolla dal frigo e formare delle palline grandi come noci, prendere dello zucchero semolato in più rispetto a quello indicato in ricetta e passare le palline di frolla.

3) Sistemare i biscotti in una teglia rivestita di carta forno, preriscaldare il forno a 180° ventilato e cucinare per circa 15 minuti.

Calzoni di semola rimacinata di grano duro

Il 2021 è stato un anno incredibile...siamo riusciti a fare il grano duro (varietà antica) senza alcun trattamento in pianura nel Delta del Po , luogo alquanto umido! Non stavamo nella pelle per macinarlo e assaggiarlo con esperimenti in cucina di tutti i tipi! Iniziamo con i calzoni di semola rimacinata di grano duro!

INGREDIENTI :

POLISH: 100 gr di Farina tipo 0 di grano tenero La Ciara / 100 gr di acqua / da 5 a 10 gr di lievito di birra fresca

IMPASTO: 500 gr di Semola rimacinata di grano duro antico / 280 gr di acqua / 10 gr di sale fino  

FARCITURA: 360 gr di Passata di pomodoro / 100 gr di caciotta fumo del Cansiglio/ 200 gr di scamorza di Arzarello Formaggi/ origano a piacimento

PROCEDIMENTO

1) Polish: si parte con questo preimpasto. Versare in una ciotola l'acqua e aggiungere il lievito fresco, scioglierlo e poi mescolando aggiungere la farina tipo 0 d per ottenere un composto omogeneo.  Coprire la ciotola con un pezzo di pellicola e lasciare riposare per 2 ore in temperatura ambiente.

2) Impasto: Prendere una ciotola più grande, dopo le due ore travasare il poolish che nel frattempo è fermentato, aggiungere l'acqua , la farina di semola, impastate per una decina di minuti fino ad ottenere un composto liscio e compatto.  Creare un palla, ricoprire la ciotola con la pellicola trasparente e lasciare lievitare per almeno 2 ore. Successivamente con l'aiuto di un coltello o di un tarocco dividere la palla in due parti. Prendere due fogli distinti di carta da forno e stendere le due parti con il matterello creando due basi tonde. Lasciare lievitare per almeno 2 ore.

3) Un volta che le basi sono ulteriormente lievitate , solo su una metà della base versare la passata di pomodoro, i formaggi (precedentemente tagliati a cubetti o a fettine con l'affettatrice) e l'origano. Spennellare con l'acqua i bordi e porre l'altra metà sopra alla farcitura, sigillare i bordi con le dita. In questo modo si creano delle mezze lune ripiene.

4) Preriscaldare il forno a 230° (ventilato) e cuocere per 10/15 minuti.

Torta di San Biagio

il 3 febbraio è stato San Biagio, protettore degli agricoltori e per questo abbiamo realizzato un dolce ideato dai mastri pasticceri di Cavriana (Matova) nel 1600 per celebrare il patrono. Ecco la ricetta

INGREDIENTI (PASTA) :

- 400gr di Farina tipo 0 di grano tenero La Ciara      - 80 gr di burro freddo

- 120 ml di vino bianco                                         - 1 baccello di vaniglia

- 80 gr di zucchero                                            

INGREDIENTI (FARCITURA) :

- 300 gr di mandorle                                            - 2 uova

- 100 gr di cioccolato fondente                              -100 di zucchero

 PROCEDIMENTO

1) Base: unire prima la farina e i pezzettini di burro freddo, successivamente inserire lo zucchero e piano piano aggiungere il vino bianco mentre si lavora l'impasto con le mani, aggiungere i semi di vaniglia e creare una impasto compatto e liscio. Avvolgere la palla con la pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo per 20 minuti.

2) Farcitura: Spezzettare finemente il cioccolato, mettere in un mixer le mandorle  Successivamente prendere una ciotola e versare i pezzettini di cioccolato, le mandorle tristate, le uova e lo zucchero. Amalgamare bene gli ingredienti tra loro.

3) Dopo 30 minuti si prende la pasta, si prende un foglio di carta da forno lo si cosparge di zucchero. Si divide la pasta in due palle: una più grande e una più piccola. Si stende prima la palla grande secondo la forma dello stampo ( 24 cm di diametro forma tonda), lo spessore 5 mm. Poi si prende la farcitura  preparata precedentemente e lo si dispone in maniera omogena. Si stende la palla più piccola su un altro foglio. Una volta stesa, si taglia a strisce da porre sulla torta in diagonale in modo che incrociandosi formino delle losanghe. Volendo si può fare come si procede con la crostata , anche se la trama si discosta da quella originale.

4) Preriscaldare il forno a 140° (ventilato), subito prima di informare spolverare la torta con lo zucchero poi cuocere per 35 minuti.

Dolce anti spreco

Oggi ho sistemato la dispensa e il frigo e ho trovato: un pacchetto di farina, un vasetto di yogurt e delle mele che dovevano assolutamente essere utilizzati prima che fossero totalmente irrecuperabili .. allora ho inventato un'Apple pie light con quello che c'era. Ecco la ricetta!

INGREDIENTI :

- 300gr di Farina semintegrale di grano tenero      - 125 gr di yogurt

-  700 gr di mele  al netto dello scarto                  - 1 limone

- 160 gr di zucchero                                            - 2 cucchiai di cannella in polvere

- 100 ml di acqua fredda

 PROCEDIMENTO

1) Base: versare in una ciotola la farina, unire 60 gr zucchero e lo yogurt, lavorare con le dita e creare un composto granuloso, versare poi l'acqua fredda fino a creare un palla liscia e senza grumi, nel caso risultasse appiccicosa aggiungere ulteriore farina. Avvolgere la palla con la pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo per 

2) Farcitura: Prendere le mele lavarle, sbucciarle e tagliarle prima a metà e poi a fettine, mettere in una ciotola con il succo di mezzo limone precedentemente spremuto. Mettere sul fornello una padella/pentola a bordi alti versare il succo della restante metà di limone, assieme a 100 gr di zucchero, 2 cucchiai di cannella, scaldare per un paio di minuti e una volta che inizia a sobbollire, scolare le mele e unirle mescolando tutto, aggiungere eventualmente qualche cucchiaio di farina o di pan grattato per assorbire eventuali liquidi, spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.

3) Dopo 30 minuti si prende la pasta, si prende un foglio di carta da forno lo si cosparge di zucchero. Si divide la pasta in due palle: una più grande e una più piccola. Si stende prima la palla grande secondo la forma dello stampo ( dimensioni 20x15 cm rettangolare oppure 20 cm di diametro se tonda), lo spessore 5 mm. Poi si prende la farcitura  preparata precedentemente e lo si dispone in maniera omogena. Si stende la palla più piccola su un altro foglio. Una volta stesa, si prende il foglio lo si volta sopra la stampo con la farcitura  e si adagia lentamente la pasta come fosse un coperchio, staccandola piano piano dal foglio. Si chiudono poi bene i lati  e si fanno dei tagli sul "coperchio" di pasta per far uscire il vapore durante la cottura ( tagli a spina di pesce se stampo rettangolare oppure a raggiera se tondo)

4) Preriscaldare il forno a 180° (ventilato), subito prima di informare spolverare la torta con lo zucchero poi cuocere per 40 minuti.